lunedì 16 giugno 2014

Il Cambio di Gioco


L’esercitazione pensata da “Il Nuovo Mister” (Massimo Taurino), cosi come la maggior parte delle atre esercitazioni, è in linea con l’obiettivo generale:

Ideare esercizi in grado di stimolare non solo la parte Tecnica e Tattica, ma anche le Capacità Condizionali bilanciando il Carico di Lavoro in base all’età, alle caratteristiche e agli obiettivi da perseguire.

Prestando grande attenzione alla Gestione del Carico, i risultati che si possono ottenere sfruttando questo metodo sono molto proficui: evitando di far correre i ragazzi intorno al campo troppo spesso e inserendo la palla come strumento chiave all’interno di quasi tutte le esercitazioni, l’impegno da parte dei calciatori aumenta a dismisura e così anche i risultati.

esercizio_13695

Obiettivo Primario: Resistenza

Obiettivo Secondario: Controllo e difesa della palla

Categorie consigliate: Prima Squadra, Juniores, Allievi, Giovanissimi, Esordienti

Numero giocatori: 12

Minuti esercitazione: 10

Numero di serie: 2

Minuti di recupero: 3

Numero di recuperi: 1

Tempo totale: 23 minuti

 

Descrizione
Si organizza un campo di allenamento come in figura: 2 campi ridotti (bilanciare bene le misure in base al n° di giocatori).
All'interno di uno dei due campi si propone un possesso palla in parità numerica, che può essere modificato con molte variabili, come l'introduzione dei jolly, il punto si ottiene quando viene raggiunto un numero di passaggi consecutivi stabilito dall'allenatore.


Nell'altro campo si propone un possesso palla diverso dal primo per numero di tocchi a disposizione del calciatore e per numero di passaggi da raggiungere.
Nel momento in cui, all'interno di uno dei campi, viene raggiunto l'obiettivo (es: 5 passaggi a 2 tocchi), la squadra in possesso effettua un cambio di gioco lanciando il pallone all'interno dell'altro campo e portando un numero minimo (che può essere modificato) di 2 calciatori che andranno a dare man forte ai loro compagni in azione nel quadrato opposto.


A questo punto nel quadrato si crea una superiorità numerica che imporrà ai difendenti di aumentare il ritmo per andare in pressione e recuperare palla. A palla recuperata il gioco si ferma e tutto ritorna come all'inizio.
Si tratta di un'esercitazione molto utile per stimolare i Meccanismi Energetici di tipo Anaerobico Alattacido e Aerobico.

 

Materiale Occorrente

Palloni

Cinesini

Casacche