lunedì 21 aprile 2014

L’ultimo allenamento prima della gara.

Avrei voluto pubblicare questo post, dedicato alla preparazione della gara nel Settore Giovanile, molto tempo fa, ma le mie conoscenze in merito mi sembravano incomplete.

Come vi ho raccontato nell’ultimo post sto frequentando un corso per allenatori indetto dalla FIGC con la collaborazione della LND della mia città. Durante le lezioni di Tecnica e Tattica Calcistica a cura del prof. Stefano Baldoni, Vice Allenatore della Spal in Seconda Divisione e uomo di calcio di grande competenza (vi racconterò meglio di lui prossimamente, farlo prima dell’esame non mi sembra corretto) abbiamo affrontato questo tema e lui ci ha proposto un’esercitazione utile per allenare i movimenti difensivi che voglio raccontare anche a voi perché mi sembra degna di nota.

Naturalmente quello che segue è un esempio, uno dei tanti modi per preparare una gara, che deve essere modificato in base al pensiero tattico di ognuno di noi, in base alle condizioni atmosferiche, al gruppo che abbiamo di fronte e a numerose altre variabili.

Come suggerisce Mister Baldoni: non esiste un metodo giusto ed uno sbagliato altrimenti tutti ne userebbero uno solo, l’importante però è credere fermamente nelle proprie idee ed essere pronti a modificarle e adattarle.

esercizio_13249

Obiettivo Primario: Difesa della porta

Obiettivo Secondario: Marcamento

Categorie consigliate: Prima Squadra, Juniores, Allievi, Giovanissimi

Numero giocatori: 13

Minuti esercitazione: 15

Numero di serie: 1

Tempo totale: 15 minuti

 

Descrizione
Si organizza una porzione di campo come in figura.
I 4 difensori, rappresentati per questione di praticità, da 4 numeri si dispongono all'interno della fascia delimitata dai cinesini nello stesso modo in cui si disporrebbero durante la gara.
A questo punto possiamo iniziare l'esercitazione che prevede una partita difesa vs attacco e centrocampo.
Come si vede in figura, dietro la linea dei difensori vi è un altro reparto d'attacco formato da due punte vicine invece del tridente che caratterizza il reparto d'attacco che gioca davanti alla linea difensiva.
I centrocampisti possono scegliere quali attaccanti servire imponendo ai difensori determinati movimenti in base alla posizione della palla e al giocatore in suo possesso.

 

Materiale Occorrente
Cinesini
Palloni
Casacche

Si tratta di un’esercitazione che lascia spazio a molte variabili in base agli obiettivi che si vogliono raggiungere.
Il quoziente di difficoltà è abbastanza elevato quindi risulta fondamentale l’adattamento in base alle qualità tecniche e tattiche del gruppo.
Fondamentalmente ci permette di sviluppare movimenti come: l’uscita del diretto marcatore sull’attaccante che riceve di schiena, l’elastico difensivo per intercettare la palla diretta all’attaccante che ha “eluso” la marcatura diretta (posizionato dietro alla linea difensiva).
Infine questa proposta si può trasformare in un esercizio allenante anche dal punto di vista atletico chiedendo ai giocatori di eseguire un possesso con ritmo elevato.
Durante la stagione invernale, e non solo, è consigliabile dividere i ragazzi in 2 gruppi dei quali uno lavora con il preparatore e l’altro col Mister.


Tutto questo testimonia la grande utilità di questo corso che, grazie alla professionalità, alla preparazione e alla competenza di tutti i professori mi sta insegnando veramente molto, quindi colgo l’occasione per ringraziare i docenti, gli organizzatori e i compagni per la bellissima esperienza e consiglio a tutti voi di sfruttare queste possibilità, utili per migliorare la nostra preparazione in maniera professionale.